Studio Dott. ssa Edi Gardin - Consulente del Lavoro
Centro Direzionale Diemme in Strada Battaglia 71/C

Albignasego, 35020 (PD)

Tel. 049-8626022

Fax 049-8626472

© 2017 by Info. Assist. srl 

8 Aug 2019

25 Jul 2019

24 Apr 2019

Please reload

Pubblicazioni Recenti

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

In Primo Piano

Legge di Bilancio 2018: disposizioni in materia di lavoro

16 Jan 2018

 

Le principali novità in ambito di lavoro prevedono sgravi e contributi per le nuove assunzioni, nonché interventi volti ad ampliare l’ambito di applicazione di alcuni ammortizzatori sociali.

 

NUOVO INCENTIVO TRIENNALE PER LE ASSUNZIONI DI GIOVANI

La Legge di Bilancio introduce, in forma strutturale (ovvero per tutti gli anni a venire), un nuovo incentivo all'occupazione, con riferimento alle assunzioni con contratto a tempo indeterminato di soggetti con età inferiore ai 30 anni e che non siano mai stati occupati a tempo indeterminato in precedenza.

In via eccezionale, per le sole assunzioni effettuate entro il 31 dicembre 2018, il limite d'età del lavoratore viene innalzato a 35 anni.

L'incentivo consiste:

• nella riduzione del 50% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro,

• per un periodo massimo di 36 mesi,

• nel limite di 3.000 euro annui, da riproporzionare in caso di Part Time.

L'incentivo trova applicazione anche:

• nel caso di , fermo restando il rispetto dell'età anagrafica del lavoratore;

• nel caso di , successiva al 31 dicembre 2017, , a condizione che il lavoratore non abbia compiuto il trentesimo anno di età alla data della prosecuzione, .

È fatto salvo il caso in cui il lavoratore, per la cui assunzione a tempo indeterminato è stato parzialmente fruito l’esonero in oggetto, sia nuovamente assunto a tempo indeterminato da altri datori di lavoro privati; il beneficio è riconosciuto agli stessi datori per il periodo residuo utile alla piena fruizione, indipendentemente dall’età anagrafica del lavoratore alla data della nuova assunzione.

ATTENZIONE!! Nel caso in cui il lavoratore venga licenziato per giustificato motivo oggettivo entro sei mesi dall'assunzione, il datore di lavoro sarà obbligato alla restituzione dell'incentivo già fruito.

 

ASSUNZIONE DI STUDENTI

È previsto inoltre l’esonero totale dal versamento dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro che assumono, con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, entro sei mesi dall’acquisizione del titolo di studio:

• studenti che hanno svolto presso il medesimo datore attività di alternanza scuola-lavoro pari almeno al 30% delle ore di alternanza previste dai rispettivi programmi formativi;

• studenti che hanno svolto, presso il medesimo datore di lavoro, periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore, il certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato in alta formazione e ricerca.

 

COOPERATIVE

Alle cooperative sociali che assumono:

• a tempo indeterminato nel corso del 2018, persone a cui sia stata riconosciuta protezione internazionale dal 1° gennaio 2016, è riconosciuto un contributo, entro il limite di spesa di 500.000 euro annui e per un periodo massimo di 36 mesi, a riduzione o sgravio delle aliquote per l’assicurazione obbligatoria previdenziale ed assistenziale dovute relativamente agli assunti;

• a tempo indeterminato entro il 31 dicembre 2018, donne vittime di violenza di genere, il cui status di vittima sia certificato dai servizi sociali del comune di residenza o dai centri anti-violenza o dalle case rifugio, è riconosciuto un contributo, entro il limite di spesa di un milione di euro per il triennio 2018-2019-2020 e per un periodo massimo di 36 mesi, a riduzione o sgravio delle aliquote per l’assicurazione obbligatoria previdenziale ed assistenziale dovute.

 

AMMORTIZZATORI SOCIALI

A decorrere dal 1° gennaio 2018, per ciascun licenziamento effettuato nell’ambito di un licenziamento collettivo da parte di un datore di lavoro tenuto alla contribuzione per il finanziamento dell’integrazione salariale straordinaria, l’aliquota percentuale del Ticket Licenziamento è innalzata all’82%.

Sono fatti salvi i licenziamenti effettuati a seguito di procedure di licenziamento collettivo avviate entro il 20 ottobre 2017.

 

MODIFICA AL BONUS 80 EURO

Fermo restando l’importo massimo di euro 960, il c.d. Bonus Renzi verrà calcolato come di seguito indicato:

• integralmente riconosciuto ai soggetti con Reddito Complessivo fino a 24.600 euro;

• riproporzionato ai soggetti con Reddito Complessivo tra 24.600 e 26.600 euro;

• non avranno diritto i soggetti con Reddito Complessivo superiore a 26.600 euro.

 

PAGAMENTO DELLE RETRIBUZIONI – VIETATO IL CONTANTE

A decorrere dal 1° luglio 2018, i datori di lavoro o committenti non possono più corrispondere la retribuzione ai lavoratori per mezzo di denaro contante, indipendentemente dalla tipologia di rapporto di lavoro instaurato tra le parti.

I datori di lavoro potranno esclusivamente utilizzare i seguenti metodi di pagamento:

• bonifico bancario (sul c/c del lavoratore);

• strumenti di pagamento elettronico;

• pagamenti in contanti presso lo sportello bancario o postale;

• assegno consegnato direttamente al lavoratore o ad un suo delegato in caso di impedimento. Il delegato può essere il coniuge, il convivente o un familiare, in linea retta o collaterale del lavoratore, di età non inferiore a 16 anni.

ATTENZIONE!! Ai datori di lavoro che violano il suddetto obbligo si applica una sanzione amministrativa da euro 1.000 a 5.000 per ogni lavoratore.

 

TERMINE DELLA TRASMISSIONE DEL MODELLO 770 – NUOVI TERMINI PER LA TRASMISSIONE TELEMATICA

Il termine ultimo per la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate del Modello 770, relativo al periodo di imposta precedente all’anno di trasmissione, viene strutturalmente differito dal 31 luglio al 31 ottobre di ogni anno.

Resta fermo il termine del 10 novembre per la trasmissione delle dichiarazioni integrative.

 

CREDITO DI IMPOSTA PER LE SPESE DI FORMAZIONE DEL PERSONALE

Viene introdotto uno specifico credito di imposta per le imprese che investono nella formazione del personale.

Il credito di imposta è pari al 40% del costo aziendale del personale occupato in attività di formazione, la quale deve necessariamente riferirsi al campo delle conoscenze delle tecnologie informatiche:

• big data e analisi dei dati, cloud e fog computing;

• cyber security, sistemi cyberfisici, prototipazione rapida, sistemi di visualizzazione e realtà aumentata, robotica avanzata e collaborativa;

• interfaccia uomo macchina, manifattura additiva;

• internet delle cose e delle macchine e integrazione digitale dei processi aziendali.

Sono pertanto escluse dal credito di imposta le spese per attività formative "ordinarie" del personale, quali ad esempio quelle riferite alla normativa in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ed ogni altra formazione prevista obbligatoriamente per legge.

 

COMPENSI PER SPORTIVI DILETTANTI - NUOVO LIMITE

DI ESENZIONE

La Legge di Bilancio innalza da 7.500 a 10.000 euro la soglia entro la quale le indennità, i rimborsi forfetari, i premi ed i compensi erogati agli sportivi dilettanti dalle Società o Associazioni Sportive Dilettantistiche non concorrono alla formazione del reddito.

 

Nel rinnovare a tutti i gentili clienti i migliori auguri di buon anno, ricordiamo che il personale dello studio rimane a disposizione per ulteriori informazioni e/o approfondimenti.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

CIRCOLARI